Section

Moving section '%sectionname%' (Cancel)
PRESENTAZIONE
  • PRESENTAZIONE

     

    Presentazione dei contenuti

    Il termine sanscrito per indicare la meditazione è bhavana, che significa coltivazione, e il termine tibetano è gom, che significa familiarizzarsi con.

    La meditazione buddhista consiste nel coltivare le qualità positive dell'essere umano, più precisamente nel familiarizzarsi con la natura della propria mente e con una visione corretta della realtà. In questo modo si diventa capaci di beneficiare se stessi e gli altri. 

    Nella meditazione buddhista è fondamentale la motivazione; la motivazione più alta è quella di ottenere il risveglio per beneficiare tutti gli esseri senzienti, sviluppando tutte le proprie qualità positive (amorevole gentilezza, compassione, pazienza, saggezza, ad esempio). Grazie alla meditazione riusciamo appunto a sviluppare queste qualità e diventiamo esseri umani migliori. 

    Struttura del percorso

    Il programma è suddiviso in due moduli da 4 argomenti l’uno, più due ritiri datati uno a metà percorso ed uno a conclusione dell’intero programma. Mentre gli 8 soggetti possono essere seguiti sia online che in presenza (non appena sarà possibile riprendere con questa modalità di svolgimenti), i ritiri possono essere seguiti esclusivamente in presenza.

    Nel primo modulo  si studiano due Sutra in cui il Buddha ha insegnato alcune meditazioni fondamentali (Anapanasati e Sattipatthana), mettendo in pratica tali insegnamenti con la meditazione che sarà oggetto principale del ritiro a conclusione del modulo.
    Nel secondo modulo si studiano e si mettono in pratica alcune meditazioni del Lam rim (preziosa rinascita umana, morte e impermanenza, difetti del samsara, compassione, bodhicitta) e la meditazione della mahamudra a partire da due testi incredibilmente belli. La pratica  delle meditazioni sarà più intensa nel ritiro che avverrà a conclusione del secondo modulo.

    Gli otto argomenti teorico-pratici si svolgeranno in diretta streaming per tutti gli iscritti con il seguente programma di incontri:

    Primo Modulo
    Argomento 1: dal 16 al 18 Aprile 2021.
    Ānāpānasati Sutta: consapevolezza del respiro.

    Argomento 2: dal 21 al 23 Maggio 2021.
    Satipaṭṭhāna Sutta: consapevolezza del corpo.

    Argomento 3: dal 25 al 27 Giugno 2021.
    Satipaṭṭhāna Sutta: consapevolezza delle sensazioni.

    Argomento 4: dal 23 al 25 Luglio 2021.
    Satipaṭṭhāna Sutta: consapevolezza della mente e dei fenomeni.

    Ritiro Intermedio: dal 26 al 29 Agosto 2021 

    Secondo Modulo
    Argomento 5: dal 24 al 26 Settembre 2021.
    La scrittura emanata di Manjushri: preziosa rinascita umana, impermanenza e difetti del samsara.

    Argomento 6: dal 22 al 24 Ottobre 2021.
    La scrittura emanata di Manjushri: amore, compassione e bodhicitta.

    Argomento 7: dal 19 al 21 novembre 2021.
    Mahamudra Ghelug: śamatha e natura luminosa della mente.

    Argomento 8: dal 17 al 19 dicembre 2021.
    Mahamudra Ghelug: vipaśyanā e vacuità della mente.

    Ritiro finale: dal 5 al 9 gennaio 2022.

    Gli orari delle dirette sono:

    Primo giorno: 20:30 – 21:30
    Secondo giorno: Mattina 09:30 -12:00 (con brevi pause) / 16:00 – 19:00 (con brevi pause)
    Ultimo giorno: Mattina 09:30 – 12:00

    Al momento solo gli iscritti al percorso in svolgimento in diretta possono accedere alle registrazioni delle sessioni e scaricare i video utilizzando questa area dedicata all'integrazione delle lezioni
    Se vuoi puoi ancora iscriverti: il termine per le iscrizioni al primo modulo o all'intero corso è prorogato fino al 23 maggio. Dopo questa scadenza sarà possibile inserirsi ad inizio del secondo modulo,
    entro il 24 settembre >>

    Vi ricordiamo che le registrazioni non sono sostitutive delle sessioni tenute ma sono materiale utile per assimilare i contenuti presentati in ogni soggetto, in modo più approfondito, in preparazione del soggetto successivo.

      Next section
    • Meditazioni in audio Modulo 1

      Restricted Not available unless any of:
      • You belong to Mod1
      • You belong to Mod1+2
      • You belong to UNIPI
      Previous section
      Next section